Borghi Fantasma

Borghi Fantasma

 

Sono lì a disegnare un confine ed uno spazio che apprtiene orma a 100 anni fa. Testimoni di un tempo in cui era possibile immaginare che l'uomo e la campagna potessero trovare un equilibrio destinato a mantenere ritimi ed usi di una civiltà che oggi definiremo rurale.

Ed invece lentamente hanno visto, anche loro, spogliarsi la loro realtà come i petali di un fiore. E sono rimasti soli. Soli dove nessuno non ha neppure idea di dove siano. Soli con le loro scritte sulla scuola, sul Municipio, sul salone e sull'ambulatorio malarico a marcare un territorio fatto di tutto ciò che poteva serivire.

Ancora adesso provano a raccontare la loro storia, cercando di sussurare la magia del vento che porta l'odere della campagna e le voci dei contadini che tornavano, stanchi e soddisfatti, da una giornata di lavoro.

Sono borghi fantasma perchè non c'è più nessuno che li abita, ma spero solo che queste immagini possano consentire alla loro memoria di continuare a sopravvivere. 

Raccolta su flickr