Passione Italia 2010

Il Concorso

Passione Italia 2010. E' la prima edizione di un concorso nazionale indetto da Seat Pagine Gialle S.p.A. per rinnovare le copertine degli elenchi PagineBianche®, PagineGialle® e Tuttocittà® con le fotografie di tutti gli italiani.

Tre le copertine, tre i temi:

“IncontrItaliani: persone, società, relazioni” : le fotografie devono raccontare i luoghi di incontro più classici o più in voga, riconoscibili, urbani ed extraurbani, che costituiscono ambiti di espressione e di identità della società e elemento di identificazione comune dell’appartenenza territoriale alla provincia prescelta.

“ArticoloUno: la Repubblica fondata sul lavoro”: l’obiettivo è di cogliere, attraverso uno scatto fotografico, come sia cambiato il lavoro degli italiani da molteplici punti di vista (il processo produttivo, i rapporti umani, gli attrezzi, l’organizzazione degli spazi e la gestione del tempo), sempre avendo riguardo alle peculiari realtà locali che connotano la provincia per cui si intende partecipare.

“NovaPolis: i nuovi luoghi della tua città”: aperto a tutti i fotografi amatoriali e professionisti maggiorenni, gli scatti devono interpretare in forma artistica strade, piazze, monumenti della storia attuale e contemporanea della città, luoghi che a loro parere segnano la sua rinascita e la sua trasformazione, luoghi amati o che fanno discutere e che inevitabilmente in futuro entreranno nella storia della città.

Le mie foto

Questo concorso mi ha stimolato molto, forse per il fatto di poter avere la possibilità (nel caso di vincita) di far arrivare a tantissime persone il mio modo di vedere, di interpretare la città secondo gli interessanti temi proposti.

Ho partecipato per tutti e tre i temi con diverse fotografie e tra queste, una è riuscita a conquistarsi la scena a cui miravo: la fotografia Network è infatti la copertina di Pagine Gialle 2010!

Questa foto racconta uno dei lavori più antichi e più importanti della città dorica: la pesca. Il corpo senza volto permette meglio di astrarre la figura professionale per portarla ad un livello oltre il singolo pescatore. Il mosso delle braccia e della rete indica il dinamismo che richiede questa attività.