Un giro in Toscana

La Concordia, per fortuna solo un'immagine ricordo

L' isola del Giglio è una delle mete che, solitamente, il turista visita quando si reca nel sud della Toscana. Quando ho visitato l'isola, purtroppo, era ancora presente la nave Concordia. L'impatto visivo è stato totalmente diverso dalle immagini viste in tv ... molto più forte, più crudo, ho avvertito tutta la drammaticità dell'incidente e delle conseguenze che ne sono derivate, purtroppo. Mi sono promesso di non scattare foto, di non essere il solito "turista" in cerca di immagini forti. Avevo, comuqnue, con me la mia fidata Nikon quando sono stato catturato da un'immagine contrastante, nella mia testa, ovvero la nave che rappresentava l'incidente ed i suoi morti e la vita che, comunque, a terra proseguiva, nonostante tutto, tra bambini allegri che giocavano nell'acqua e gente che,  tranquillamente, guardava la nave.


Il volo del gabbiano

Stavamo tornando dall' isola del Giglio e mi sono accorto di un gabbiamo che ci stava seguendo, credo da un bel po' considerato che eravamo distanti dall' isola. Ho preso la mia Nikon per fotografarlo e mi sono accorto che stava arrivando una barca a vela. Ho atteso di averla nell'inquadratura della mia foto, sperando che il gabbiano continuasse a seguirci. Detto fatto, il gabbiano ha fatto la sua parte e io sono riuscito a scattare la foto che volevo :)

 

"Quei gabbiani che non hanno una meta ideale e che viaggiano solo per viaggiare, non arrivano da nessuna parte e vanno piano.

Quelli, invece, che aspirano alla perfezione, anche senza intraprendere alcun viaggio, arrivano dovunque e in un baleno."

- Richard Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston, 1970

 

 

 

Camminare.

 

 

 

 

 

"Devi stare in forma. Mia nonna iniziò a camminare per cinque miglia al giorno quando aveva sessant'anni. Ora ne ha novantasette e non sappiamo dove diavolo sia finita.”

Ellen Lee Degeneres


Pagina in aggiornamento.

 

Grazie per l’attenzione :)