About me

La voglia di fotografare nasce da giovanissimo erano gli anni 70 ed un compagno di scuola mi presto la sua agfa optima che non usava, una 35 mm a focale fissa 43mm ca, due tempi uno lungo ed uno corto con  diaframmi regolabili, mezza rotta, per poche lire me la vendette alla fine della scuola. Fu' l'inizio della passione.

Un giorno entrai in una stanzetta tutta buia con solo una luce rossa, e vidi mio zio con un strano oggetto che proiettava immagini in negativo su un foglio di carta, poi quel foglio di carta fini'  in una bacinella con un strano liquido dall'odore un po' acre, il foglietto di carta si trasformo' pian piano in una immagine, fu una sensazione ed emozione incredibile per un ragazzino.

Passai un tempo infinito in quella stanzetta buia a sviluppare rullini e foto, ed ogni volta quell'emozione si ripeteva.

La prima reflex fu una Zenit  con solo il 50mm , passai per Chinon e Pentax ma  dopo fu solo Nikon, una F  poi all'inizio degli anni 80  una FM2 , un gioiellino di macchina solo manuale con le tendine in titanio (potevi scattare ad 1/4000 di secondo),  poi negli anni 90 un'altro gioiello  una F4 con il suo motore velocissimo 24  50 e 135  erano le ottiche.

Arrivarono le digitali, feci un piccolo assaggio all'inizio del nuovo secolo, ma bisognava aspettare il giusto tempo ed un'altra decade era passata non smettendo di fotografare. Oggi le analogiche sono ancora li su uno scaffale a ricordo di un tempo diverso dove gli scatti si risparmiavano... 

Io e la fotografia non ci siamo mai lasciati, qualche piccola sosta di riflessione, per assaporare la lontananza , ma poi il dito su quel pulsante di scatto c'e' sempre tornato talvolta c'e' rimasto incollato.

La fotografia e' passione, spesso gioia, qualche volta delusione ma sempre comunque una forte emozione, catturare i momenti,  cercare di  trasmettere agli altri le proprie sensazioni.