Oltre il visibile

La definizione di reportage è quella di " forma del discorso giornalistico che privilegia la testimonianza diretta " .  

Anche per il reportage fotografico le regole sono le stesse ma, nelle seguenti immagini, la testimonianza diretta  è utilizzata non per raccontare eventi o documentare particolari situazioni o luoghi lontani, ma solo per mostrare scenari che comunemente ci circondano visti però sotto una luce diversa : la " luce invisibile " dell'infrarosso .


LA FOTOGRAFIA ALL'INFRAROSSO B/N

La lunghezza d'onda delle radiazioni infrarosse è del tutto invisibile all'occhio umano.

 

Le radiazioni sono trasmesse e riflesse dagli oggetti in modo completamente diverso. Nel caso dell’infrarosso, semplificando, i risultati ottenuti sono i seguenti :

  • la clorofilla delle piante riflette quasi totalmente l’IR restituendo immagini con tonalità  bianchissime;
  • l’acqua assorbe in maggior parte l’IR restituendo immagini con tonalità grigio-nere;
  • il pulviscolo atmosferico e la foschia assorbono totalmente l’IR rendendo, rispettivamente, il cielo completamente nero e i paesaggi con il limite del visibile all’orizzonte quasi illimitato, grazie alla capacità dell'IR di "bucare" completamente la foschia.

Per registrare la lunghezza d’onda dell’infrarosso occorre anteporre all’obiettivo un filtro IR "nero" e, per le riprese in analogico, utilizzare una pellicola sensibile all' IR; oppure, disponendo di un ulteriore corpo digitale, rimuovere dal sensore il filtro IR CUT (che blocca le radiazioni infrarosse e ultraviolette) e sostituirlo con un filtro IR.

 Con tale modifica, permanente, si disporrà di un corpo macchina che registra solo l’infrarosso, ma con un normale funzionamento (mirino non oscurato totalmente dal filtro IR, AF funzionante, utilizzo di tempi veloci nell'esposizione e  composizione dell’inquadratura nel mirino).


Le immagini ottenute saranno monocromatiche con una forte dominante rosso-magenta. Successivamente in post-produzione (ripulendole dalla dominante e ricalibrandole nella gamma tonale), si otterranno delle piacevoli e insolite immagini b/n con bianchi puri e neri profondi e un’ampia e ricca gamma intermedia di grigi.