STROMBOLI

Stromboli, in siciliano “Struògnuli”, terra sospesa tra cielo, mare e fuoco, dove il vulcano è padrone indiscusso dell’isola più a nord dell’arcipelago delle Eolie. “lddu”, chiamato così dagli Strombolani, emerge dal mare per 927m ed è uno dei vulcani piu attivi del mondo dando origine all’attivita vulcanica Stromboliana, un’attività esplosiva da migliaia di anni. ll workshop fotografico sarà dedicato alla ricerca della straordinaria fusione tra natura, storia e tradizioni che hanno reso Stromboli un luogo unico al mondo e patrimonio dell’umanità.
 
Lo Stromboli è uno dei pochi vulcani sulla terra ad avere una continua attività da molti secoli. La sua base si trova a circa 2000metri sotto il livello del mare, ma il suo edificio si alza a circa 924m sopra al livello del mare. L'attività eruttiva regola la vita degli strombolani, loro stessi infatti si reputano degli ospiti di "Iddu".
Il vento è l'altro protagonista di Stromboli infatti i pescatori, per orientarsi nelle zone di pesca più proficue, si regolano osservando la direzione dei fumi uscenti dal cratere sommitale. La storia del vulcano è talmente antica che se ne parla anche in mitologia dove, secondo Omero, Stromboli era il luogo dove risiedeva Eolo, il Dio dei venti.
I crateri sommitali attivi sono 3 e si trovano a 750m s.l.m. cioè 150m sotto al Pizzo sopra la Fossa, luogo dove si farà la sosta per una spettacolare vista all'interno dei crateri proprio nei momenti del tramonto.
Ognuno dei 3 crateri, quello centrale, quello a nord-est e quello a sud-ovest, è formato da varie bocche eruttive che cambiano, sia per quantità che per dimensioni, in base alla potenza dell'attività eruttiva. Stromboli da origine ad un'attività vulcanica riconosciuta in tutto il mondo chiamata appunto attività "Stromboliana". Essa consiste in piccole ma intense esplosioni della durata da qualche secondo a qualche minuto, con espulsione di frammenti rocciosi incandescenti e ceneri.